Pochi anni trascorsi dalla sua nascita per una evoluzione epocale.

Storia del computer

Si potrebbe semplicisticamente affermare, ma senza allontanarsi troppo dalla realta', che come molte macchine del passato sono servite a sostituire radicalmente i "muscoli" degli uomini, cosi' il computer ha potuto sostituire ed aiutare moltissime azioni del suo cervello.

Probabilmente mai nessuna macchina nella storia dell'uomo ha contribuito tanto rapidamente ad evolversi e svilupparsi incidendo sulla vita di tutti i giorni. Dal 1943, data in cui vide la luce il primo calcolatore elettronico, ad oggi lo sviluppo peraltro in continua evoluzione, ha prodotto a getto continuo macchine in grado di rendere obsolete e quasi ridicole quelle delle precedenti generazioni.

Per esempio il primo calcolatore elettronico pesava 30 tonnellate, disponeva di 19000 valvole e consumava 200 kilowatt di energia elettrica. Le operazioni che riusciva a fare era probabilmente peggiori di una banale calcolatrice che oggi si puo' riporre in una tasca e che costa 5 euro.

Il computer ha poi generato e sta tuttora generando l'altra rivoluzione epocale di Internet e delle reti telematiche.