A che punto dovra' fermarsi il computer nell'imitare il cervello umano?

Limiti dei computer.

La fantascienza ci ha regalato infinite storie di macchine che diventano intelligenti quanto gli uomini per ribellarsi ed attivarsi per sfuggirne il controllo. Macchine spiritose, capaci di provare emozioni, e in grado di superare il cervello umano. Si tratta di uno scenario possibile? Probabilmente i computer, grazie alla loro straordinaria velocita' si possono permettere di svolgere una serie di operazioni programmate sostituendo egregiamente il cervello nelle azioni complesse e ripetitive come un calcolo matematico.

Non c'e' dubbio che sempre di piu' in futuro assisteremo all'evoluzione di computer capaci di comprendere e pronunciare parole, riconoscere le figure ed imparare dai propri errori migliorandosi.

Ma appare daverro poco verosimile aspettarsi un comportamento "veramente intelligente" che presupponga la capacita' di provare sentimenti come paura od amore o di sviluppare la creativita' di un dipinto o un'opera letteraria che non risponda pedissequamente al ripetersi di indicazioni preventivamente suggerite e le loro successive logiche evoluzioni.